Edizione 2014 – L’isola che non c’era

Incontri, mostre, libri, musica e sapori
Caltanissetta 10-11-12 ottobre 2014

Un breve ciclo di incontri con scrittori, giornalisti, editori, fotografi, musicisti, chef, maestri pasticceri e gelatieri.
Libri, sapori, idee, immagini.
Il luogo: Caltanissetta. Una città di provincia, al margine, eppure al centro della Sicilia. La Sicilia, un’isola al margine, eppure al centro del Mediterraneo.
Periferia e centralità, margine e inclusione.
Una periferia al centro di un mondo che cambia. Un luogo al margine, diventato Centro di accoglienza anche per richiedenti asilo, che giorno dopo giorno deve includere in sé uomini di etnie, culture, costumi diversi.
Un luogo isolato e frequentato, nascosto ed esposto.
Una terra di approdi, di sbarchi, una terra che accoglie uomini altri. Quelli che riescono a passare il mare. Caltanissetta come metafora della Sicilia, la Sicilia come metafora di una società liquida.
I siciliani e gli altri. La Sicilia e l’Italia. Identità molteplici, stratificate, sovrapposte, in conflitto.
E allora? Opporre resistenza? In quale identità? O farsi plasmare? E in quali identità?
Sicilia dunque penso, l’Isola che non c’era è un progetto culturale rivolto ai “molti”. Un momento di riflessione sul senso di essere siciliani, sul senso di uno statuto speciale che da privilegio è diventato invece un monumento allo spreco, all’inefficienza, e a tanto altro.
Un momento di riflessione anche sul senso della letteratura in un approccio al vivere che dia calore all’ascolto, alla capacità di sognare, alla lettura. Perché in una società che mira solo al profitto e all’utile, un libro è anche questo.
Fermarsi per ascoltarsi. Sostare. Pensare, immaginare.
Scendere nella profondità per capire, risalire e andare avanti. Oltre. Per credere che sia possibile un cambiamento, una Sicilia nuova.

Gli ospiti

Gli spettacoli

Le mostre

I sapori