Giovani sognatori invadono Corso Umberto

Giovani sognatori invadono Corso Umberto

Gli studenti delle scuole aprono la V Edizione di Sicilia Dunque Penso

 

Corso Umberto si riempie di giovani sognatori giovedì 31 maggio 2018. L’apertura della V Edizione di “Sicilia Dunque Penso” lascia ampio spazio alle scuole. Gli studenti nisseni sono stati i veri protagonisti della mattina della prima giornata della manifestazione. L’evento è stato organizzato dall’associazione Sicilia Dunque Penso in collaborazione con il Comune di Caltanissetta, la Pro Loco nissena e anche l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, Ambito Territoriale per la Provincia di Caltanissetta e Enna per quanto riguarda la sezione “Spazio Scuole”. Presenti per l’occasione il Sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, l’Assessore alla Creatività e Partecipazione, Pasquale Tornatore, Salvatore Benfante Picogna dell’Ufficio Scolastico Regionale Sicilia, Ambito Territoriale di Caltanissetta ed Enna ed Ernesta Musca per l’Associazione Sicilia Dunque Penso. La manifestazione ha permesso ai numerosi studenti presenti di esibirsi sul palco interpretando, attraverso le diverse forme di arte, il tema di quest’anno e cioè i Sogni. In Corso Umberto, davanti ad un pubblico composto da coetanei ma anche da alunni di alcune scuole medie nissene, gli studenti hanno portato tutto il loro entusiasmo e impegno, c’è chi ha recitato, chi ha ballato, chi ha dipinto, chi ha offerto spunti di riflessione su argomenti molto attuali come le migrazioni o ancora la condizione femminile, progetti realizzati grazie anche al sostegno e supporto delle loro docenti. I giovani sognatori arrivavano dall’I.P.S.I.A. “G. Galilei”, dall’I.I.S.S. “A. Manzoni- F. Juvara”, dall’I.I.S.S. “S. Mottura”, dall’I.I.S.S. “L. Russo”, dal Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “R. Settimo” e dal Liceo Scientifico “A. Volta”. Nel corso della mattina sono stati anche premiati i vincitori del concorso fotografico “Sicilia Dunque Penso”, quarta edizione “Legami”, a cura di Aurelia Armatore. Ad aggiudicarsi il primo premio è stato Fabrizio Guercio dell’indirizzo musicale dell’I.I.S.S. “A. Manzoni- F. Juvara”, secondo e terzo posto per due studenti dell’indirizzo linguistico del Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “R. Settimo” e per l’esattezza secondo premio per Francesco Cutrera e terzo per Martina Mulè. Nel pomeriggio invece dopo l’inaugurazione alle 17:30 della mostra fotografica collettiva “Visioni surreali: quel che resta di un sogno”, dell’Associazione Culturale “Fotonauti”, alle ore 18:00 Eva Di Stefano, professore associato in Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università di Palermo, parla di artisti con la conferenza dal titolo “Sogno e destino. Storie di artisti “irregolari” in Sicilia”. Alle 19:00 l’appuntamento è con Antonella La Monica e il suo “Ecce Eros”, intervento introdotto dalla giornalista Roberta Fuschi e accompagnato da Rossella Raudino e dal solista dell’orchestra di Piazza Vittorio, Raffaele Schiavo. Previsto anche un omaggio alla memoria della professoressa Francesca Fiandaca Riggi, che è stata il Direttore del Museo Diocesano nisseno. Alle 20:30 la scrittrice Sara Rattaro presenta il suo ultimo romanzo “Uomini che restano” con Fabio Di Pietra, mentre parla del suo libro “Il cacciatore di sogni” agli studenti del plesso “Giovanni Verga” dell’I.C. “A. Caponnetto” e della scuola media statale “Pietro Leone” durante la mattina di venerdì 1 giugno. Nel pomeriggio della seconda giornata della manifestazione “Sicilia Dunque Penso” dalle ore 18:00 ci si sposta nella Piazzetta della Chiesa di Santa Maria della Provvidenza. Un incontro tra genius loci, architettura e impegno etico, organizzato grazie anche alla preziosa collaborazione dell’Ordine degli Architetti di Caltanissetta e il Club Garden La Ferula. Attesi in città il docente dell’Università Kore di Enna Nino Arrigo, l’architetto Alfonso Cardinale e il Presidente della Fondazione Fiumara D’Arte Antonio Presti. Proseguono in centro storico gli appuntamenti con la cultura, alle ore 21:00  lo scrittore e giornalista Roberto Alajmo presenta il suo romanzo “L’estate del ’78” con Rosa Guttilla, mentre alle 22:00 arriva in città il giornalista Giacomo Di Girolamo.

 

Comunicato Stampa 31/05/2018



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *